Ecco le Liste che non devono assolutamente mancare nel tuo Autoresponder

Ho parlato molto degli Autoresponder professionali e della loro importanza,però lo sbaglio più grande commesso dalle aziende è non sfruttare al massimo questo strumento,che il più delle volte si trasforma come un’unica lista di contatti commerciali che si iscrivono volontariamente ad una newsletter.

L’ottimizzazione delle liste sta nel dividere in modo logico i vari contatti commerciali e tracciarne gli interessi e la fiducia che hanno nei nostri confronti.

L’Autoresponder è uno strumento fantastico e indispensabile per un’azienda che si lancia nel Business Online,e non t’immagini quante persone sono convinte del loro uso regolare e ottimizzato,ma che è solo un’illusione e una maniera superficiale per considerare lo strumento.

Da un’Autoresponder possiamo tracciare i contatti commerciali per sapere i loro interessi e cosa realmente li spinge ad iscriversi alla nostra newsletter.

liste di contatti divise

Partiamo con delle liste base,quelle che non dovrebbero mai mancare in una strategia di List Building:

  1. Newsletter classica,magari che spinge l’iscrizione con un omaggio o un buono sconto.
  2. Clienti,chi  è diventato un vostro cliente,deve essere inserito in una lista separata,questo perchè un vecchio cliente è senz’altro più propenso ad acquistare nuovamente da te,e si potrebbero inviare delle email promozionali apposite,magari con delle offerte apposite.
  3. Follw Up.Questa non riguarda solo una lista,ma ognuna che sia dedicata ad un prodotto o servizio.Si dovrebbe spingere con i Follow Up su ogni prodotto per informare il potenziale cliente delle caratteristiche e dei vantaggi che avrebbe con quel prodotto o servizio.

Queste sono le liste di base,vediamo in particolare come andarle a sviluppare:

1.Newsletter classica.

Per “Newsletter classica” intendo il solito form che si inserisce in Home Page,per restare aggiornati sulle novità del negozio,molto spesso questo form cattura l’attenzione di utenti che hanno visto dei prodotti molto interessanti,e vogliono rimanere aggiornati seguendovi tramite newsletter.

Per aumentare gli iscritti ad una newsletter generale,si dovrebbe dare un omaggio,così da stimolare l’iscrizione.Ricorda di essere sempre in tema con i prodotti o servizi che tratti,proprio per colpire gli utenti targhetizzati e giusti per la tua nicchia.

L’omaggio spesso colpisce una serie di dubbi e incertezze da parte delle persone che hanno un Business Online,ma quello che serve è un pò di creatività,anche un semplice file di testo con delle informazioi interessanti può farti aumentare il numero di iscritti.

Case History:

Il cliente ha un sito di viaggi verso una località specifica.Il lavoro svolto di List building è stato creare un file PDF da regalare gratuitamente a chi si iscriveva alla newsletter.Il file conteneva le 10 mete più visitate dai turisti in quella zona specifica.L’incremento è stato drastico,oltre il 250% in più di iscritti mensili.Un’idea banale ma interessante che ha contribuito a crescere velocemente una ricca lista di iscritti.

2.Clienti.

Un’Autoresponder professionale permette di creare delle azioni secondo il comportamento dell’utente.Se un tuo iscritto o normale visitatore acquista un prodotto dal tuo negozio,l’autoresponder lo inserirà nella lista dei clienti o se già iscritto eliminerà da una lista diversa per inserirlo nella lista dedicata ai clienti.

Questo è importantissimo per avere una lista di utenti che ti hanno già scelto,che già si sono fidati di te e che,se avrai altre offerte interessanti ripeteranno l’acquisto perchè hanno già una certa fiducia nei tuoi confronti.

3.Follow Up.

Ogni negozio dovrebbe spingere i prodotti con i follow up,cioè delle email promozionali automatizzate dall’autoresponder,per informare e soprattutto spingere il prodotto al consumatore attraverso l’email marketing.Tuttavia non è sempre facile catturare l’attenzione su un prodotto specifico,soprattutto nell’e-commerce.Sarebbe comunque ideale cercare un modo per spingere l’utente ad iscriversi ad una lista apposita,(qui torna il problema dell’omaggio),così da spingere ogni singolo prodotto,arricchire una lista generale,ed avere diversi utenti di nicchia,cioè interessati ad un prodotto specifico.

Esempio:

Un utente atterrà sul tuo sito di e-commerce che tratta mobili d’arredo.Quello che capita spesso è che la maggior parte dei navigatori non cerca molti prodotti,non è interessato ad arredare tutta la sua casa,ma starà cercando un oggetto particolare,per esempio un divano.

Lo stesso utente interessato al divano potrà essere inserito sia su una lista generale sia in una lista che manda aggiornamenti e informazioni esclusivamente sui divani.

raggiungere utenti di nicchia

E qui potrai sfruttare anche la potenza dei Broadcast,cioè delle email costruite e inviate a tutti gli iscritti della lista in un preciso momento e non programmate come i follow up.Se vorrai promuovere un divano nuovo,all’ultima moda o scontato al 50%,saprai a chi mandare un’email promozionale,avrai una lista estremamente targhetizzata,che potrà portarti un ROI davvero interessante,proprio perchè avrai organizzato il lavoro,che,da precisare,non farai tu,ma farà automaticamente l’autoresponder.

Le aziende che hanno un business online,sanno che una newsletter è indispensabile per un’attività online,ma purtroppo non sanno come sfruttare al massimo questo strumento.Le possibilità per aumentare il ritorno all’investimento sono molto interessanti ma richiedono delle conoscenze specifiche,perchè  la gente che naviga sul tuo sito ed acquista alla prima visita è davvero molto poca,e non permette di campare solo con questo tipo di utenti.Ed è anche per questo motivo che sempre più aziende chiedono l’aiuto di consulenti di web marketing per sviluppare il loro business online.

Stefan Des
Stefan Des
Appassionato di tecniche di vendita e di marketing online. Consulente, autore, imprenditore online, creo infostartup per offrire alle persone di creare un Business Online monetizzando le proprie competenze, esperienze e passioni. >>.
Recommended Posts
Comments
pingbacks / trackbacks
  • Come sfruttare al meglio il tuo Autoresponder …

    L’ottimizzazione delle liste sta nel dividere in modo logico i vari contatti commerciali e tracciarne gli interessi e la fiducia che hanno nei nostri confronti….