Clickbank sbarca in Italia! (notiza bomba)

E’ una notiza di pochi minuti fa..

Clickbank è entrato ufficialmente nel mercato italiano!

Cosa vuol dire tutto questo?

Beh chi conosce Clickbank saprà che è un giorno importantissimo per il mercato italiano dei prodotti digitali.

Non ti nascondo che mi è saltato il cuore in gola quando ho letto il comunicato di Clickbank!

 

Ora vediamo le possibili conseguenze:

1. Rivoluzione dell’ Affiliate Marketing italiano

Ricordo la scorsa estate, quando parlavo con un mio cliente dei programmi di affiliazione in Italia..

Io fui categorico, sconsigliai altamente l’impiego di risorse aziendali per creare un programma di affiliazione, perchè purtroppo la mentalità degli italiani è ancora troppo poco sviluppata verso un Business con le affiliazioni e in Italia ad OGGI sono veramente poche le persone che “campano” grazie alle affiliazioni.

Se in questo momento avessi l’opportunità di ripetere quella chiaccherata avrei risposto esattamente il contrario!

Questo racconto per farti capire che Clickbank rappresenta una vera risorsa inestimabile per far ingranare l’Affiliate Marketing, naturalmente il primo passo verso i prodotti digitali, ma con una idea che può arrivare in qualsiasi momento in qualsiasi settore.

 

2. Espansione dei Prodotti digitali

Una realtà come Clickbank non può passare inosservata, e mentre per una mamma americana di 55 anni è normale acquistare un’app per il suo Iphone o un videocorso da Clickbank, in Italia ancora (seppur cresciuti tantissimo) i prodotti digitali non si sono espansi in ogni mercato.. sarà la volta buona?

 

3. Opportunità per i piccoli

Sono almeno 15 a settimana i contatti che ricevo da persone che hanno scritto il proprio ebook, ma per problemi tecnici non sono riusciti a lanciarlo nel mercato..

Beh, problema risolto!

Clickbank ti viene in aiuto, praticamente offrendoti un grande (vedremo) numero di affiliati pronti a guadagnare promuovendo il tuo prodotto in affiliazione ed in più un sistema di pagamento,download ed upsell bello e pronto!

 

Ora andiamo a vedere i dettagli di questa notiziona.

Clickbank è disponibile in italiano, e questo vuol dire che se hai un prodotto in lingua italiana puoi tranquillamente venderlo attraverso Clickbank.

Infatti la pagina di pagamento è stata tradotta in Italiano e Clickbank ha impostato il supporto in italiano per tutti i clienti.

Unico neo (anche abbastanza grosso) è il sito Clickbank.com che non è ancora disponibile in lingua italiana.. questo sicuramente sarà un freno per i vendor italiani, ma non credo che aspetteremo molto per vederla disponibile.

 

In conclusione credo che questa sia un’opportunità incredibile, che smuoverà le acque del mercato italiano dei prodotti digitali!

Proprio un anno fa ne parlavo con un collega, aspettando il giorno in cui Clickbank avrebbe visto di buon occhio l’Italia… beh è arrivato 😉

 

E tu che ne pensi? Sarà un bel salto in avanti per i prodotti digitali italiani?

Lascia pure un commento! 🙂

 

 

 

Stefan Des
Stefan Des
Appassionato di tecniche di vendita e di marketing online. Consulente, autore, imprenditore online, creo infostartup per offrire alle persone di creare un Business Online monetizzando le proprie competenze, esperienze e passioni. >>.
Recommended Posts
Showing 22 comments
  • Davide Busoni

    Solo due parole……era ora!

  • Marco Pelizzari

    Stefan, dici bene quando nell’articolo definisci l’arrivo di Clickbank come una rivoluzione nel mercato italiano dell’affiliate marketing.

    Nei prossimi mesi sapremo meglio come trasformare questa bella notizia in opportunità concrete…

    Marco Pelizzari

  • Oliver Dobre

    Ciao Stefano, questa è una bellissima notizia, è un passo avanti per il mondo dell’informazione digitale italiana.
    Adesso, come dici anche tu nell’articolo, sarà più facile mettere in vendita i prodotti, oltre al fatto di avere una marea di persone che potranno affiliarsi.
    Però secondo me il problema principale sarà proprio quella dei prodotti, perché in Italia siamo ancora scarsi a questo capitolo 🙂

    Oliver Dobre

    • Stefan Des

      Ciao Oliver,
      felice di vederti qui! 😉
      Beh si siamo scarsi come numero di vendor, ma a dirti la verità ci sono molte persone che vedono di buon occhio i prodotti digitali, e ne ho avuto conferma dalle persone che mi contattano cercando una collaborazione, che naturalmente non puoi far partire con tutti, quindi direi che l’intenzione c’è, e il “come” che ancora stenta a decollare.
      E’ logico che se ci sono tanti prodotti da promuovere, ci saranno anche affiliati interessati a promuoverli. Vedremo..

  • Mary

    Ciao Stefan, ti ringrazio dell’info in primis!
    Secondo la mia modesta opinione poi,
    di prodotti ce ne sarebbero a volontà e vendor pure se le persone si sapessero collocare in una nicchia e se comprendessero come focalizzarsi su quel qualcosa che è il bisogno reale di quella nicchia.

    Mi ripeto lo so, ma sono convinta che questo è un argomento da approfondire meglio,
    visto che tra l’altro è un passo obbligato e tra i primi da fare.
    L’affiliazione invece è qualcosa che và pianificato e studiato molto bene…ci vorrebbe un business plan anche per questo. 😉
    Molto piacere,

    Mary

    • Stefan Des

      Ciao Mary,
      grazie a te del commento 🙂
      Completamente d’accordo con le tue parole.
      Per l’affiliazione, se ci pensi bene, i vincenti sono sempre quelli che pianificano e curano tutti i dettagli 😉
      Piacere mio.

  • Federico

    Serve una rivoluzione culturale nella mente degli italiani per evitare che Clickbank non venga trattato come uno dei tanti siti online…

  • Sebastian Scaramuzza

    Stefan, anche io ricevette la news da Clickbank. Purtroppo ad oggi mi risulta che ogni tanto su clickbank compariva l’agognava versione italiana (tradotte per metà) ma ora sembra tutto fermo.

    Hai news a riguardo? Loro non mi rispondono… .uff

    • Stefan Des

      No niente di nuovo. Pazienza pazienza..

  • Alessio

    Ciao Stefan, mi sembra che il tuo sito goda attualmente della migliore indicizzazione sulla parola chiave (a parte qualche sito sopra di te che vuole solo vendere infoprodotti). Complimenti.. Sarà anche merito della lettera greca (ho letto in passato un tuo post in proposito)? 🙂
    Ho appena ottenuto su Clickbank l’approvazione per un ebook (in italiano, quindi una mosca bianca!) che ho realizzato l’estate scorsa ed ora sono eccitatissimo per vedere come andrà.. Se vuoi ti segnalo il link così mi dai una mano a promuovere il prodotto (ho impostato un generosissimo 50% di commissioni per non essere avido 🙂 )

    Fammi sapere!
    Ciao
    Alessio

    • Stefan Des

      Ciao Alessio,
      felice di averti qui 😉

      La lettera greca non migliora l’indicizzazione, ma è utile per saltare all’occhio nei risultati delle serp 🙂 ,comunque sì,avrei letto questo.

      I miei complimenti per l’approvazione, sono contento per te, probabilmente sei il primo, scrivi pure il link del tuo prodotto ;-).

      Per la commissione non direi che sei stato generosissimo. 50% è una percentuale nella norma (e rischiosa) su clickbank. Se l’affiliato non riesce a generare un ritorno, non ti promuove più. Poi.. il mercato italiano è completamente differente da quello americano, quindi parliamo ancora per ipotesi.

      Ormai in molti danno percentuali assurde sul frontend, per farsi promuovere dagli affiliati, e poi raggiungono il vero introito con i prodotti di backend, che hanno un prezzo più alto e commissioni più basse.

      Facci sapere s come va, sarei contento di farti scrivere un guest post 😉

  • Alessio

    >Facci sapere s come va, sarei contento di farti scrivere un guest post
    Magari:-) ne sarei onoratissimo..
    Comunque il link è questo:

    https://www.office-productivity.it/ebook/

    l’ebook si rivolge essenzialmente a liberi professionisti ed imprenditori che desiderino avere qualche dritta in più su come abbattere i costi di struttura, sfruttare al meglio la posta elettronica (passando all’IMAP.. che stranamente conoscono in pochissimi!) ecc.. ma comunque è tutto illustrato nell’apposita pagina.
    Un caro saluto e grazie per la tua gentilezza 🙂
    Alessio

    P.S.1 Ci aggiorniamo tra un mese, così ti saprò dire come sta andando.
    P.S.2 Rifletterò su quanto hai detto a proposito della commissione.. il fatto è che il prezzo è già di per sé..

  • Jurij

    OOooh!… finalmente una buona notizia che speravo d tempo.
    Forse ci sarà una svolta anche nel nostro paese. Credo proprio che sarà la volta buona e sono convinto che tutto ciò potrà portare un beneficio anche dal punto di vista dell’economia.
    Così anche coloro che non sanno l’inglese potranno usufruire di questa opportunità, cosa che fino ad ora era totalmente preclusa al grande pubblico.

    Tutto ciò… credo sarà una svolta per tutti!

  • Ivan Rizzo

    Purtroppo però mi sembra che non sia ancora attiva la versione italiana.

    • Stefan Des

      Una persona qui nei commenti sta già vendendo con clickbank, quindi è attivo. La lingua del sito invece sembra ancora no.

    • federico

      si infatti che palle che nn c’è in italiano, io nn l’ho ancora trovata

  • mari

    Sembra che i prodotti digitali non siano acquistati come nell’oltre oceano, comunque staremo a vedere l’andamento di clickb.

  • Alessio

    Caro Stefan, se alludevi a me, ti informo che dopo un mese di solitudine (tipo particella di sodio in acqua LETE) ho deciso di toglierlo dal circuito CB.. 30 euro buttati.. Pazienza. Evidentemente il mercato italiano è troppo acerbo. Ora sto approfondendo il discorso affiliazioni (mi sono arreso al fatto che dovrò relazionarmi in tutto e per tutto con la lingua inglese). Mi sono imbattuto in alcuni siti americani veramente ben fatti. Devo notare che in Italia (a parte il tuo sito e qualche altro) nessuno tratta la materia in maniera professionale e girano un sacco di infoprodotti o sedicenti “GUIDE” “sòla” a pagamento (addirittura scopiazzate di sana pianta e tradotte, MALE, in italiano).
    UNA DOMANDA: secondo te perché, anche da affiliato, “dicono tutti” che convenga fare un minisito? Mentre per gli infoprodotti la ragione è abbastanza ovvia, non lo è altrettanto dal lato affiliato: voglio dire, recensire (magari in maniera approfondita) un infoprodotto e mettere alla fine un hoplink che rimanda ad un’altrettanto lunghissima landing page di vendita (dove stavolta è l’autore che si autopromuove), non rischia di essere controproducente e indispettire il potenziale acquirente?
    Ciao!!!
    Alex

    • Stefan Des

      Ciao Alessio, mi dispiace per la tua esperienza negativa, ma ti sei scontrato con una grossissima problematica italiana, ovvero quella degli scarsi affiliati, in termini di numeri e di capacità.

      Per quanto riguarda le affiliazioni, i metodi sono diversi, quando oltre oceano consigliano un minisito dell’affiliato, è principalmente perchè magari lo stesso venditore del prodotto digitale non ha una buona pagina di vendita.
      Se ci pensi bene, in teoria puoi promuovere un prodotto in affiliazione senza collegarsi in alcun modo al sito del venditore. Ma quando necessiti di tracciare la vendita, sei costretto a mandare il visitatore sulla landing del venditore, dove potrà procedere con l’acquisto.

      Un affiliato che “campa” con questo lavoro (senza tanti giri di parole) non è niente di meno di un normale Marketer, ecco perchè in Italia si passa direttamente a creare prodotti propri.

  • Alessandro

    Ciao, io utilizzo clickbank sul mio sito, ma volevo sapere è possibile ricevere i pagamenti direttamente su un conto italiano (tipo unicredit)?

    ciao e grazie

    • Stefan Des

      Non credo, a me arriva l’assegno.

  • Alt Design

    Leggo con piacere questa notizia, speriamo riesca a prendere piede anche in Italia.