[Risposte ai Lettori] Come evitare confusione nello Start Up di un Business Online

In Senza categoria

Qualche giorno fa un ragazzo in gamba di nome Valerio ha lasciato questo commento e ho sentito il bisogno di rispondergli in  un articolo,perchè rispondere alle sue domande in una replica mi sembrava troppo restrittivo e in più non avrebbe avuto la giusta visibilità come in un post che può essere utile anche ad altre persone che incontrano i medesimi problemi.

[…] sono a un passo da aprire questo mio blog ufficiale, e ho già in mente parecchie cose, ma ho una confusione della madonna.
il motivo per cui ti scrivo è che ho da poco avuto accesso ad aweber, ma non mi è chiaro se mi conviene avviare da adesso una lista centrale, oppure se devo solo sperimentare, ma col rischio di fare qualche cavolata…

Caro Valerio,sono davvero contento della tua nuova avventura,come al solito quando ci si appassiona ad un hobby o lavoro le idee non mancano,e il primo consiglio che mi sento di darti è usare un bel block notes per segnarti e ricordarti tutte le idee che ti vengono in mente.Non sottovalutare la carta,molte volte può aiutarti a memorizzare a a miscelare le idee 😉 .

La tua confusione è del tutto normale,se non vuoi bruciarti ancor prima di iniziare cerca di avere una panoramica chiara di quello che stai facendo,ci vuole del tempo,lo so,ma io prima di aprire questo blog ho aspettato ben 2 anni prima di sentirmi sicuro di quello che sto facendo.

Confusione nel Business Online

Trasmettere agli utenti insicurezza ti porterà solo svantaggi rispetto alla concorrenza.

Sono contento che hai evitato un mio errore,all’inizio persi quasi 1000 iscritti a causa di un’autorisponditore non professionale,quindi la scelta di Aweber è sicuramente quella giusta.

[…] se non ho chiaro il mio funnel, è perfettamente inutile lavorare con l’autoresponder….
però se agisco in questo modo, neanche tra un anno riuscirò ad iniziare…

Il tuo obiettivo deve essere per prima cosa creare una ricca lista di iscritti.Identifica il target del tuo mercato e costruisci una lista che ha gli stessi tuoi interessi,una lista interessata a quello che dici e quello che fai,e saranno felici di poter usufruire di eventuali prodotti o servizi da te offerti.

Il primo passo importante è comunque definire la nicchia di mercato,ed è inutile dedicare tempo a strategie e autorisponditori se ancora non sai qual’è la tua posizione.

L’errore è tutto lì,puoi essere molto bravo come blogger e come marketer,ma se non hai una precisa idea di quali argomenti trattare,resterai sempre con una gran confusione in testa.

Definire la nicchia sulla quale lavorare è il passo numero “zero”,cioè deve essere perfettamente inquadrata prima ancora di inziare.Sbagliare questo passo renderà vano tutto il lavoro futuro.

Come scoprire la tua nicchia di mercato?

Sicuramente dovrai farti due conti usando il Keyword Tool di Google,per farti un’idea se la tua nicchia è una nicchia potenzialmente profittevole,fatti un giro sui siti dei tuoi competitor per scoprire quali sono le tendenze e i loro punti deboli,così saprai dove  e come colpire.

Naturalmente scoprirai dentro di te se hai passione per l’argomento che hai intenzione di trattare,questo è davvero molto semplice perchè lo capisci quando hai in testa sempre delle idee originali e fantasiose,che ti portano a voler condividere con il mondo le tue competenze.

[…] come sono stati i tuoi inizi, come hai fato i tuo i primi guadagni?

All’inizio anch’io ero confuso,ed ero molto incavolato con questo mio stato d’animo,tanto da darmi la forza per approfondire ogni piccolo aspetto del mio potenziale Business.Ho studiato davvero molto ed ho applicato quello che sapevo dall’offline.

I miei primi guadagni sono arrivati dopo un bel pò di tempo,ma sapevo esattamente che quel momento sarebbe arrivato perchè ci ho messo anima e corpo nel Business Online,e sono riuscito a trasmettere la mia passione in ogni mia nicchia di mercato.

Il mio consiglio è quello di chinare la testa sui libri e sul monitor a studiare,non prima però di aver definito la tua nicchia di mercato.Dedicaci tutto il tempo che ti serve,non avere fretta perchè andrà a tuo scapito.Se non ti senti pronto,non è il momento giusto.

Vedrai che dopo aver inquadrato il tuo obiettivo tutto ti sarà più chiaro e le strategie che ti verranno in mente si modelleranno su di un argomento specifico,senza crearti ulteriore confusione.

Ci sono purtroppo 2 categorie di persone nel Business Online:

  • Quelle che agiscono troppo in fretta
  • Quelle che non agiscono mai.

Non dei far parte di nessuna di queste categorie,trova il momento giusto,e quando sei pronto dei semplicemente uscire le palle.

Stefan Des
Stefan Des
Appassionato di tecniche di vendita e di marketing online. Consulente, autore, imprenditore online, creo infostartup per offrire alle persone di creare un Business Online monetizzando le proprie competenze, esperienze e passioni. >>.
Recommended Posts
Showing 7 comments
  • valerio

    ti ringrazio per la risposta stefan, il mio piu che altro era un problema su come organizzare il materiale tra contenuto per la lista, per il blog, per le newletter ecc, ho già chiara la mia nicchia da un po… e continuo a studiare moltissimo… 🙂

    e poi direi che è sempre meglio avere non una ma più nicchie di mercato in cui si possa essere interessati per lavorare online.

    una volta acquisite le giuste competenze non è complicato credo.

    rinnovo i saluti stefan!
    .-= Ultimo Post di valerio blog ..Come guadagnare con le affiliazioni nel modo sbagliato =-.

    • Stefan Des

      Ok Valerio,meglio così!

      La rete è in continua evolzione,quello che ti sembra buono oggi può valere niente domani.Quando avrai tutte le competenze necessarie,non abbandonare lo studio,ma continua il tuo percorso di apprendimento,altrimenti come è successo a tante agenzie resti fuori dal mercato.

      Non è chiara la tua richiesta,comunque una buona organizzazione sta nel correlare i contenuti e creare un percorso semplice ed efficace che i lettori e/o iscritti seguano senza difficoltà.

  • valerio

    si praticamente stefan la mia confusione era dovuta alla gestione delle mie liste. poichè fino a ora appunto ho studiato molto ma al momento di passare alla pratica sono iniziati alcuni dubbi. ho cambiato diversi servizi di autoresponder, e ancora ora non ne uso solo uno.

    supponi che hai l’argomento A generico del tuo mercato, e che poi tratterai gli argomenti b, c, d. tutti correlati a quello centrale.

    mi chiedevo come gestisci le tue liste in questi casi, cioè che filo logico dargli, e secondo quale priorità, le persone interessate alla lista c ad esempio (ricevono follow up fino a un certo punto) vengono poi collegati alla lista A in seguito.

    poi io avevo in mente questo piano.

    prima di partire con il mio blog, sto curando i dettagli in maniera molto accurata, e stavo pensando di creare un index in cui offro ai visiatori un bonus di valore in cambio dell’iscrizione, (sarebbe l’argomento centrale), ma nella pagina pensavo di collegarne altre 4 con appositi link che fungono da argomenti perifierici del mio arogmento centrale, per un totale di 4 squeeze page, con ognuna un bonus omaggio….

    in sostanza mi piacerebbe targettizzare la mia utenza fin da subito, in modo da avere piu chiaro possibile sia per me che per loro ciò che andrò a proporre…. che ne pensi stafan? un ultimo consiglio?

    ti ringrazio per la gentilezza dimostratami, e ti saluto,

    con stima, valerio
    .-= Ultimo Post di valerio blog ..Come guadagnare con le affiliazioni nel modo sbagliato =-.

    • Stefan Des

      Le divisioni degli iscritti in un autoresponder devono riguradare le nicchie.Se hai due blog,uno che parla di pesca e l’altro di golf dovrai dividerli in due liste separate logicamente.
      Se invece hai due squeeze page,una che offre un omaggio per la pesca in mare e una che offre un omaggio per la pesca in acqua dolce,potrai creare delle liste ancora più targhetizzate,utili soprattutto per i follow up,ma è sempre comodo comunque avere una lista generale,cioè una lista principale dove sono racchiusi tutti gli appassionati di pesca.Il vantaggio è avere un’ unica lista a cui inviare gli aggiornamenti del blog per esempio,senza stare li a inviare a un Broadcast a più liste,che comporterebbero il rischio di email multiple che sicuramente danno fastidio al lettore.

      Quindi:
      1)Lista generale;
      2)Prodotto 1;
      3)Prodotto 2;
      4)Prodotto 3;
      etc…
      Dove chi si iscrive alla lista “prodotto 1” o “prodotto 2” viene iscritto anche alla lista generale.

  • valerio

    grazie stefan sei stato gentilissimo e la tua risposta mi ha confermato quello che avevo intuito… vedrò d ifare tesoro di questa conoscenza e di mettere passione come te in quello che fai.

    un saluto,

    con stima, valerio
    .-= Ultimo Post di valerio blog ..Come guadagnare con le affiliazioni nel modo sbagliato =-.

    • Stefan Des

      Se vuoi approfondire il tema “follow up” guardati questo articolo e i correlati.John Chow ne parla proprio in questi giorni.

pingbacks / trackbacks
  • Consigli per lo start up di un Business online…

    La tua confusione è del tutto normale,se non vuoi bruciarti ancor prima di iniziare cerca di avere una panoramica chiara di quello che stai facendo,ci vuole del tempo,lo so,ma…